INDAGINI DI RICERCA SUL FONDO

Figura 16 – Prospezione sul fondo con Metal Detector

Oltre alle misurazioni e alla documentazione fotografica si sono compiute indagini di ricerca di materiale storico su parte del fondale dell’antico bacino4.

Suddivisi in gruppi abbiamo ispezio-nato visivamente alcune aree delimitate a campione, successivamente su porzioni di queste è stata fatta un’ulteriore indagine con uso di metal detector. Fra gli oggetti metallici rinvenuti segnaliamo:  un corno taurino in piombo punzonato superficialmente per applicare una copertura di metallo più nobile; alcuni anelli in piombo da vele; un piombo sferico da rete; una medaglia in oro molto consumata5.

Fra gli oggetti ceramici: collo di anfora ( Kapitan II ) con un manico e mezzo; un anforisco; parte di embrici. Nessun oggetto integro.

Figura 17 – Il corno taurino al momento del ritrovamento


Si segnala sul fondo in adiacenza al molo fronte ovest6 la presenza di una bitta lapidea levigata per poter ormeggiare.

Non si è provveduto a scavo alcuno, solo in alcuni punti è stata spolverata con le mani la sabbia di riporto. Come già accennato le mareggiate invernali non consentono il deposito definitivo del fondale per cui non compare vegetazione se non nei recessi più  riparati.

Tutti i reperti, opportunamente schedati e catalogati, sono stati consegnati alla Soprintendenza Archeologica per le province di Salerno, Avellino e Benevento, attraverso il Museo Archeologico di PAESTUM in data 13 Giugno 1999.


4 nella planimetria generale sono confinate le superfici di detta ricerca

5 il piombo darete e la medaglia in oro sono stati recuperati nel 1998

6 vedi planimetria allegata con evidenziato il posizionamento

argouno
Author: argouno