Archeologia Subacquea: in Italia i protocolli Nautical Archaeology Society con la Scientific Underwater Academy

Grazie all’accordo con l’associazione Scientific Underwater Academy abbiamo inserito nei corsi di Archeologia Subacquea organizzati  assieme all’associazione CLODIA di Chioggia una parte della formazione prevista dal protocollo NAS con il rilascio delle relative certificazioni.

Le lezioni saranno tenute dai nostri amici Francesco Tiboni, Regional Tutor italiano NAS, e Laura Sanna, tutor italiano NAS.

A Fine Maggio il primo appuntamento a Isolaverde di Chioggia

A breve saranno on-line tutti i dettagli. Per informazioni scrivere a

info@argovenezia.it – info@clodia.eu

Da quest’anno tutti i subacquei che intendono entrare in contatto con il mondo dell’archeologia subacquea possono anche in Italia prendere parte ai corsi di formazione istituiti dalla Nautical Archaeology Society di Portsmouth (UK), ente leader a livello internazionale.

Grazie alla presenza sul territorio nazionale dei tutors NAS Francesco Tiboni e Laura Sanna, entrambi archeologi subacquei professionisti di pluriennale esperienza nel settore, ed all’impegno dei membri dell’associazione Scientific Underwater Academy, sarà possibile per tutti i subacquei italiani accedere ai protocolli NAS, riconosciuti dall’UNESCO come alta formazione nel campo archeologico subacqueo.

I corsi NAS si articolano secondo diversi steps, dall’introduzione fino al diploma, e sono aperti a TUTTI i subacquei.La gestione dei corsi da parte di un corpo docente formato da professionisti del settore e la trentennale esperienza della Nautical Archaeology Society nello sviluppo dei sistemi didattici hanno, infatti, permesso di creare un protocollo valido a più livelli. Coloro che affiancano alla formazione subacquea quella universitaria, hanno la possibilità di apprendere metodologie operative collaudate e nuovi sistemi di ricerca, fino al conseguimento del diploma finale.

I subacquei sportivi, invece, possono apprendere i rudimenti dell’archeologia subacquea, acquisendo, attraverso l’applicazione pratica, le nozioni tecniche e legislative necessarie non solo per non incorrere in sanzioni, ma soprattutto per diventare protagonisti nella tutela e valorizzazione del patrimonio sommerso. La filosofia alla base della formazione archeologica NAS è, infatti, sintetizzata nella frase “dall’immersione per vedere qualcosa, all’immersione per fare qualcosa”.

I protocolli NAS da anni hanno reso attuabile il principio che la Convenzione Unesco di Parigi del 2001 sulla salvaguardia del patrimonio culturale sommerso ha esplicitamente sancito: la necessità di estendere la formazione archeologica subacquea a tutti coloro che svolgono immersione, dal momento che è solamente attraverso una corretta collaborazione tra tutte le forze in campo che si crea quel senso civico indispensabile alla conservazione ed alla valorizzazione del nostro patrimonio culturale.

Per raggiungere questo obiettivo, uno dei punti di forza del sistema NAS è rappresentato dalla possibilità, per tutti coloro che intraprendono il percorso formativo, di entrare a far parte di un sistema internazionale, ramificato in molti paesi europei ed extra-europei, all’interno del quale è possibile procedere nei vari livelli di apprendimento e, soprattutto, prendere parte ad importanti operazioni di ricerca archeologica subacquea e navale.

In Italia, i corsi e le iniziative NAS saranno realizzati in Liguria, presso la sede centrale della consociata NAS – Tesi Archeologia s.r.l. –, ma anche presso diving e scuole subacquee e/o associazioni sportive e culturali dedicate al mare che desiderino far conoscere il protocollo di formazione ai loro consociati e clienti.

Uno dei primi accordi siglati è quello con i gruppi di ricerca Argo Venezia e Clodia, che da quest’anno inseriranno all’interno dei propri corsi una parte della formazione NAS.

Sul sito internet dell’associazione www.scientificunderwateracademy.org sono disponibili tutte le notizie relative ai corsi, alle date, alle location, oltre che alle varie iniziative che la Scientific Underwater Academy sta promuovendo in Italia.

E’ inoltre possibile, per chi lo desiderasse, avere informazioni su come organizzare i corsi NAS presso i propri diving centers o le proprie associazioni.

argouno
Author: argouno