L’Ambiente

S. Marco di Castellabate è una frazione del Comune di S. Maria. si colloca all’estremità meridionale del Golfo di Salerno circa 10 km a Sud-Ovest di Agropoli.

Il centro abitato è stato eretto sulle pendici collinari dell’ultima conca del Golfo prima dell’estendersi della penisola del Cilento verso la sua propaggine a mare denominata Punta Licosa.

Come si nota osservando la carta tirrenica dell’Italia centro-meridionale, il bacino marittimo della Campania è caratterizzato da golfi ampi e profondi, per cui nell’antichità i trasporti marittimi di piccolo cabotaggio dovevano indispensabilmente navigare a vista della terra, quindi abbisognavano di ormeggi a ridosso delle punte estreme della costa.

Il dominio su queste località, “Capo Miseno, Punta Campanella, Punta Licosa, Capo Palinuro”, ha rivestito un’enorme importanza strategica sia dal punto di vista militare che commerciale, in quanto chi veleggiava doveva avvicinarsi a detti luoghi per fare il punto nave, al contempo veniva avvistato da chi sulla terra svolgeva servizio di controllo per la difesa – offesa dei traffici.

Non è quindi un caso che nella più prossima ansa del lato Nord di Punta Licosa sia stato costruito in epoca romana un bacino portuale delle dimensioni di m. 100×200 (20.000 mq).

argouno
Author: argouno