Corsi di
Archeologia Subacquea

Tutela e salvaguardia del patrimonio archeologico sommerso Scopri di Più
I relitti dell'Alto Adriatico Scopriamoli assieme

archeologiasubacquea.it

il nostro portale dedicato all'archeologia subacquea Visita il sito

Corsi di Archeologia Subacquea

Il Gruppo Ricerche Subacquee – Argo collabora con l’associazione Clodia di Chioggia (Ve) all’organizzazione di corsi di Archeologia Subacquea con rilascio dei brevetti internazionali CMAS – Archaeology Diver.
Vengono organizzati inoltre corsi Sub per tutti i livelli dal base all’Istruttore

I relitti dell'Alto Adriatico

Evdokia II

Il mercantile Evdokia II, era una nave da carico che, in seguito alla collisione con un altro cargo è affondata nel marzo 1991, a sei miglia dalla costa in perfetto assetto da navigazione. Lungo 100 metri il relitto giace a…

Vrmac

E’ affondato il 26 Gennaio 1961 a causa dello spostamento del carico (composto da oltre 1300 ton. di pirite) determinato dal mare grosso. Aveva un equipaggio di 22 uomini, nella tragedia perirono il timoniere e il nostromo, 2 marinai furono dati per dispersi….

Incrociatore AMALFI

Affondato da una sommergibile austriaco il 7 Luglio 1915 I resti del relitto si trovano ad una profondità di 30 metri a 20 miglia dal porto di Chioggia. Nell’affondamento morirono un ufficiale e 66 marinai, dei superstiti 255 costituirono il…

Ultimi aggiornamentiDiario di Bordo

News da www.archeologiasubacquea.it

Sulla nave dell’imperatoreAutore: Andrea Falconi, Pierpaolo ZagnoniAnno: 2020Formato: 21x29,7 cm.Pagine: 192Numero illustrazioni: 140Stampa interno: ColoreCopertina: Colore, brossura con alettePrezzo: Euro 24,00Lingua: ItalianoISBN: 88 6803 159 6Con la collaborazione del capitano Nicola Odoardo FalconiAncora una volta i fondali dell’Alto Adriatico rivelano un segreto che richiama una oscura vicenda il cui protagonista è nientemeno che l’Imperatore Francesco Giuseppe d’Austria.Le acque al largo del Delta del Po celano il relitto di una nave misteriosa che gli autori dopo appassionanti ricerche riescono ad identificare, svelando una storia persa nel tempo e straordinaria, collegata all’occupazione austriaca ed alla Repubblica di Venezia.La nave è stata la prima unità a vela e vapore della Marina Austro-Veneta poi K.u.K. a solcare le acque dell’Adriatico e del Mediterraneo in un contesto storico-geografico di grande interesse per i luoghi visitati, per gli equipaggi ed i passeggeri che vi hanno navigato.Il rinvenimento e l’identificazione di questo particolare scafo affondato a poche miglia da Porto Levante accrescono l’importanza storica delle acque marittime del Veneto aprendo all’archeologia subacquea nuovi orizzonti di ricerca. ...
View on Facebook
I resti del campanile di san marco crollato nel 1902 ...
View on Facebook
UNESCO

Code of Ethics for Diving on Submerged Archaeological Sites

Partner